Sempre più in alto!

Non esiste vacanza senza che il Papà possa portare con sè la sua dose di giochi e giochini da tavolo da imporre al resto della famiglia e ai suoi (sventurati) ospiti o da provare in solitario (si, anche in solitario: in genere wargames storici).
Anche quest’anno, pur conscio delle enormi difficoltà che si sarebbero frapposte tra me ed il tavolo da gioco (due in particolare, nemmeno troppo enormi: circa 90 cm uno e 70 e spiccioli l’altro), non mi sono fatto mancare l’essenziale scorta di boardgames composta da: 5 wargames (ambientazioni varie: da Agincourt alle Crociate, dal fronte orientale della I guerra mondiale alle battaglie navali di Trafalgar, passando per il Vietnam e lo sbarco in Normandia) e 3 boardgames più semplici da provare con la Mamma e magari la Nonna.
Sin dal primo giorno, tuttavia, è parso evidente che organizzare un qualche “partitone” sarebbe stato più difficile del previsto e quindi ho ripiegato su partite in solitario (attualmente sto guidando una compagnia di fucilieri in un assalto ad alcune postazioni fortificate subito dopo lo sbarco in Normandia).
Ma la speranza, si sa, è l’ultima ad abbandonare un giocatore incallito ed infatti, finalmente, negli ultimi due giorni, siamo riusciti, approfittando di sonnellini abbastanza lunghi dei puponi, ad organizzare ben 3 partite ad un giochino che ho regalato alla Mamma in occasione del nostro 6 anniversario di matrimonio. Quattro, dico quattro, agguerritissime partite all’ultimo cubo di legno, per tentare la scalata di una coloratissima struttura.
Il gioco si chiama Die Aufsteiger (una traduzione veloce potrebbe essere Lo Scalatore), pubblicato da una piccola casa editrice tedesca: allego alcune foto per testimoniare l’epocale avvenimento, non senza l’orgoglio di aver collezionato 3 vittorie su quattro partite.

Architetture Leonardesche

E questo dove lo metto?

Ma certo… i bimbi prima o poi si svegliano, ed allora anche Leonardo ha voluto mettere le mani su quei bei cubettoni… e con che risultati!

Archittetture Leonardesche

Archittetture Leonardesche

Buone vacanze e buon gioco a tutti!

Autore: papà

Piccoli giocatori crescono

Posted On novembre 14, 2008

Filed under giochi del papà, Leonardo, Manuele

Comments Dropped 6 responses

Dopo l’exploit di qualche giorno fa con Leonardo che mi gratifica di un improvviso e perfetto “Papà, Fantacalcio!”, il mio orgoglio di papà-giocatore (specie particolare nel genus “papà”) mi ha suggerito di evidenziare in questo blog i notevoli progressi in ambito ludico dei miei piccoli tesori.
Manuele, per il momento, esplora carte e pedine con curiosità ed, in alcuni casi, con evidente soddisfazione di papille gustative e gengive doloranti per l’arrivo dei dentini: insomma, è sulla buona strada, ma ha ancora molto da imparare…

Suo fratello maggiore, invece, lui si che ormai è decisamente indirizzato verso una carriera di incallito giocatore di giochi di società! In effetti da diverso tempo ha ben imparato dove sono conservati i miei preziosi giochi e frequentemente apre da solo il mobile e chiede “Papà: dadi!”. Infatti ha una vera passione per tutti i generi di dado… E naturalmente per ogni pedina che dovesse sbucare dalla confezione insieme a carte, tabelloni e quant’altro…

A sei mesi, già era interessato ai giochi che, “casualmente”, gli finivano tra le mani.

Leonardo a sei mesi ama già i wargames

Un po’ più grandicello, a circa un anno, tentava già l’assalto alla Francia rivoluzionaria

Napoleonardo

A due anni e mezzo, il nostro piccolo generale si sente però in grado di seguire le orme di un vero mito: Alessandro Magno. Ed eccolo quindi che dispone le sue temibili armate in Asia Minore, per tenere sotto controllo i riottosi regni alessandrini.

Leonardo Magno e le sue truppe

Quale sarà la prossima avventura del nostro piccolo Generale?

Autore: papà

E son soddisfazioni…

Sabato mattina, come quasi tutte le settimane, mi ritaglio un momento per preparare la formazione da spedire per la mia lega di Fantacalcio. Ebbene, Leo mi ha visto e mi è saltato in braccio tutto sorridente e mi fa, felice come una pasqua:

“Papà! Fantacalcio!”.

Per questo turno, anche se non ho ancora fatto i calcoli, ho già vinto! 🙂

Autore: papà