A ciascuno i suoi incubi

Posted On aprile 5, 2010

Filed under citazioni, draghi, Leonardo

Comments Dropped leave a response

La notte del giorno di Pasqua, un grido lacerante squarcia l’oscurità. E’ Leonardo seduto nel lettino, che all’arrivo istantaneo della mamma si aggrappa con tutte le sue forze, impaurito. Il suo cuoricino batte a mille.
M: “Cucciolo, hai fatto un incubo?”
L:  “Sci!”
M: “Stai tranquillo, c’è qui la mamma, era solo un brutto sogno, io sto qui con te, stai tranquillo…”

M: “Ma che incubo era, cosa succedeva?”
L: “C’era una costata..”
M: “Una crostata?”
L: “Sci. Che eplodeva.”
M: “La crostata?”
L: “Sci.”

L: “E usciva un dago.”
M: “Un drago. Usciva dalla crostata durante l’esplosione?”
L: “Sci.”
Il bimbo in questione ha quindi vinto una crociera nel lettone per il miglior incubo da indigestione di uova di Pasqua e pastiera della famiglia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...