L’alibi del Natale

Posted On dicembre 14, 2009

Filed under Leonardo, Manuele, Natale

Comments Dropped 2 responses

E per fortuna che una volta all’anno viene Natale, e ho l’alibi di tornare bambina, di canticchiare ritornelli trapanacervello e di mettere da parte ogni velleitá ecologica per incantarmi davanti allo splendido spreco di luci e decorazioni.

E per fortuna che grazie ai miei bimbi ho anche la scusa di tornare a fare il Calendario dell’Avvento, che poi è quello dell’anno scorso con i sacchettini piccoli piccoli e siccome di bimbi ne ho due ci metto i bigliettini per una caccia al tesoro semplice semplice che fará loro trovare cioccolata, biscotti, libri da colorare, piccoli animaletti Lego, pennarelli lavabili, binari per il trenino e altri regalini, uno al giorno. Leonardo ormai i numeri li legge tutti e chiede “Uno e quattro è quattordici, vero?” mentre Manuele ha fatto un po’ fatica a capire che per aprire il sacchettino successivo doveva aspettare il giorno dopo e in piú che anche se i regaletti erano leggermente diversi se li potevano scambiare. Ma ora la mattina si vanno a svegliare a vicenda e, senza neanche chiedere le coccole mattutine, me li trovo entrambi davanti al calendario in attesa del permesso per aprire il sacchetto del giorno e farsi decifrare i bigliettini. E mentre all’inizio Leonardo voleva che si leggesse prima il suo bigliettino e poi quello del fratello, adesso è il contrario, perché cosí lui aiuta prima Manuele, che spesso non capisce le indicazioni, a trovare la sua sorpresa, e poi cerca la propria.

E poi ora Leonardo è piú grandino e la sera si cominciano ad introdurre libri che mamma e papá hanno giá in casa e aspettavano solo una scusa per rileggere abbracciati al loro piccolo ometto. Quando ero bambina e adolescente avevo dei libri, come il Canto di Natale di Dickens, che rileggevo ogni Natale e mi piacerebbe riprendere questa usanza in famiglia. In realtá rileggevo sempre anche Piccole donne, che comincia proprio in questo periodo e che ho cominciato a leggere per la prima volta durante le feste e quindi per me sa di Natale ma shhhh, non lo dite in giro, perché l’ho riletto anche solo pochi anni fa e forse me lo riprendo in mano tra poco, ora che ci penso.

Libri di Natale

E fare il presepe napoletano piccolo piccolo e costruire con i piccoli di casa la casetta di biscotto di zenzero che poi si distrugge pezzo per pezzo a colazione mentre si ascoltano quei cd di Diana Krall o Bing Crosby che ti regalano a Natale e aspetti tutto l’anno per avere l’occasione di risentire . Che bell’alibi…

Solo sostituire come ninnananna serale La bella Tartaruga con Tu scendi dalle stelle non mi è riuscito. Ma ci sto lavorando.

Annunci

2 Responses to “L’alibi del Natale”

  1. Marina

    Bellissimo lo spirito natalizio che pervade il tuo racconto!
    E Leo è formidabile: riconosce già i numeri a due cifre?

  2. Lisa

    Si, giocando giocando alla fine li ha imparati, ma sta capendo come comporli proprio grazie al calendario. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...