Conclusioni dell’inserimento (temporanee)

Adesso Manuele arriva al nido, per strada ciangotta “bimbi! bimbi!” tutto contento, arrivati lí aiuta a togliersi il giubbottino, passa in braccio al dado di turno ( c’è anche un educatore maschio, la cosa mi fa molto felice) e dice “Tao, tao” salutando con la manina. A casa continua ad andare un po’ nel panico se non mi vede perché vado in un’altra stanza, ma meno di prima, e anche i risvegli notturni sono diminuiti. Devo ammettere che quello che mi aveva piú turbata era il cambiamento a casa, i pianti all’asilo me li aspettavo, ma non credevo che per lui la paura dell’abbandono si sarebbe estesa anche oltre il momento del distacco. Grazie davvero a tutte voi che mi hanno scritto ed incoraggiato e dato il benvenuto nel club :-), mi è servito davvero, che poi anche l’inserimento di Leonardo non era stato proprio rose e fiori, ma forse per lui me lo aspettavo e in piú, per cause di forza maggiore, era stato affidato al papá.

Alla fine Manuele all’asilo ci stará dalle 9 alle 12:30, ci pare sufficiente per cominciare e dargli la sua dose di contatti sociali anche in inverno e per i nonni tenerlo il pomeriggio è piú leggero perché per buona parte del tempo dorme. Per ora anche Leonardo torna dopo il pasto, vediamo se si riesce a reggere con questo ritmo. Sono bimbi, una mattina dovrebbe bastare, ma comunque il lettino alla materna è pronto, decideremo strada facendo. Da giovedí abbiamo provato a lasciare Manuele anche a pranzo, alle 11:30, e la dada mi ha accolto con un “Ma ha mangiato tutto! È un mangione, lui?” e probabilmente il fatto di essere nutrito ha ingenerato un senso notevole di gratitudine in lui per cui anche dopo il week-end casalingo stamattina era contentissimo di uscire con il papá per andare a scuola (ola).

Concludo riportandovi un brano di conversazione tra me e Manuele di metá della scorsa settimana, quando ancora si disperava ma avevamo invertito la tendenza.

“Manuele, ti piacciono le dade?”

“No!”

“E la dada Marika?”

“Ci.”

“Ti piacciono i bimbi?”

“No.”

“E la bimba Serena? ”

“Ci.

Ecco. Forse le modalitá di inserimento degli asili comunali potrebbero essere piú personalizzate. Forse per affidarsi doveva prima conoscere le singole persone, non le entitá collettive dadi e bimbi, e non è in qualche ora di presenza con la mamma che questo puó succedere. O forse no, forse deve avvenire proprio cosí, mamma via e cercati i nuovi punti di riferimento. Ma il dubbio mi rimane.

Annunci

One Response to “Conclusioni dell’inserimento (temporanee)”

  1. Manuela

    Devo dire che sono veramente contenta di leggere queste cose;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...